Sommario: Numero 1 di gennaio-marzo 1999

Editoriale

Castigat ridendo mores | pag. 3

Dice un notissimo adagio. A giudicare dalla massiccia presenza di comici in tv, al cinema, a teatro, nell’editoria ci sarebbe da credere che siamo avviati a diventare un popolo castigatissimo. Non è così, naturalmente. Si sa, c’è comicità e comicità. C’è quella che morde, quella che graffia, quella che solletica, quella che accarezza e quella che lascia il tempo che trova (e cioè, per dirla con Bergonzoni – «se è bello resta bello se è brutto resta brutto»). Nel “leggero” dossier di questo numero abbiamo voluto dare spazio più che a un tipo di comicità a una categoria di comici, quegli autori-attori o attrici che da qualche anno a questa parte viaggiano con estrema disinvoltura fra teatro e televisione, fra cinema e pubblicità, in mano – spesso e volentieri – una ventiquattrore con l’ultimo volume pubblicato. Sono un piccolo ma agguerritissimo esercito che abbattute le gabbie del genere “cabaret” e abbandonati i teatri-riserva, si è sparpagliato per i palcoscenici nazionali, ha occupato festival e rassegne estive, spunta quotidianamente dal piccolo schermo. E, in prossimità del Natale o delle vacanze estive, sente l’esigenza di mettere nero su bianco, scrive cioè dei leggeri volumetti che impilati l’uno sull’altro vanno a formare solide mura di cinta con tanto di torrioni intorno alle casse delle librerie. Sono, insomma, quelli che i media appellano sempre e comunque “nuovi” comici, anche se gran parte di loro, sono parecchi anni che cercano di farci ridere (e alcuni ci riescono, s’intende). Detto questo, non significa, ovviamente, che questi comici tuttofare non siano diversissimi fra loro quanto a stile e a talento. Per alcuni, anche se è la televisione a renderli popolari, il teatro resta la passione più autentica e anche il luogo che più li stimola a ricercare strade diverse per non ripetersi stancamente. Dal riso aperto e talvolta – va detto – di grana un po’ grossa, passiamo la sorriso più segreto dell’intelligenza, a quello che ci regalano i grandi maghi della scena come Peter Brook. L’inizio di stagione ha visto il suo ritorno a Milano oltre che con una regia di prosa con l’atteso Don Giovanni di Mozart. E il settantreenne regista inglese, ha dimostrato una volta di più – se mai ce ne fosse bisogno – la sua inesauribile vitalità e la sua gioiosa limpidezza interpretativa. P.S. E la legge, signora ministro?

Speciale

intervista al regista inglese

Il teatro? Una bella confusione | pag. 4

«Quando il teatro riusciamo a farlo bene è la vita stessa, con la sua leggerezza, la sua complessità, i suoi misteri. La vita che entra nella testa dello spettatore: il vero palcoscenico, come nella mia pièce Je suis un phénomène»

regia di Irina Brook

Riflessi di sopravvivenza, a margine di un genocidio | pag. 9

Une bête sur la lune, di Richard Kalinoski. Regia di Irina Brook. Scene di Noelle Ginefri. Prod. MC93 Bobigny e Théâtre Vidy-Lausanne E.T.E.

Il Grande Seduttore a tempo di giovinezza | pag. 10

Don Giovanni, di W.A. Mozart. Direttore Daniel Harding. Regia di Peter Brook. Coprod. Festival International d’Art Lyrique d’Aix-en-Provence e Piccolo Teatro di Milano – Teatro d’Europa.

Vetrina

Invito a cena con rivoluzione | pag. 12

Fra utopia e cinismo della storia un ritratto ai limiti della “maniera” del nostro secolo travagliato

Tuttobarba

Una laurea honoris causa per il pugliese di Holstebro | pag. 13

di M M

Cecchi a Palermo

Shakespeare ritrovato fra le rovine di un teatro | pag. 14

Con Misura per misura l’attore-regista conclude felicemente il progetto iniziato tre anni fa con Amleto, e proseguito con il Sogno d’una notte di mezza estate

Valerio Binasco

Con Amleto sono uscito dal labirinto della paura | pag. 15

Iaia Forte

La ritrovata necessità di andare in scena | pag. 16

parla l’assessore

La cultura riscatta Palermo | pag. 17

Scopre i nervi alla realtà il teatro “umano” di Delbono | pag. 18

teatro di Roma

Martone: il dopo-Ronconi nel segno dell’innovazione | pag. 19

Festival Intercity

La Ville lumière capitale toscana | pag. 20

Undicesima edizione del festival di Sesto Fiorentino diretto da Barbara Nativi – Gli attori di Laboratorio Nove guidati da Bigel – Flop di Sastre: tutta colpa dell’acustica del Nazionale – E ancora: le ossessioni di Lagarce, i Ritratti di Cauteruccio e Lombardi che legge Novarina

Exit

Anita Laurenzi

Addio a una (grande) attrice amica | pag. 22

Dossier

cabaret storici

In principio fu il Derby | pag. 24

Cronistoria dei due locali milanesi dove si sono formate generazioni di comici, fra memoria, personaggi, aneddoti e curiosità

Insalata di riso | pag. 26

Piccola antologia umoristica tratta dai libri e dagli spettacoli di Albanese, Aldo Giovanni e Giacomo, Bisio, Bergonzoni, Covatta, Dix, Jacopo Fo, Gnocchi, Guzzanti, Hendel, Littizzetto, Luttazzi, Rezza, Rossi

Dietro le quinte

Promossi e bocciati alla prova del talk show | pag. 32

A colloquio con i redattori del Maurizio Costanzo Show per conoscere i retroscena della celebre trasmissione televisiva e cogliere pregi e difetti di un rapporto – quello esistente fra comicità e televisione – considerato imprescindibile dai protagonisti dell’uno e dell’altro settore

Antonio Rezza

Il comico che ha stoffa | pag. 34

Riccardo Pangallo

John Wayne in Maremma | pag. 35

Le nuove leve della risata ricordando Ugo Tognazzi | pag. 35

il gruppo genovese

Dieci cavalli di pura razza comica | pag. 36

Genesi e sviluppi dei Cavalli Marci; un’esperienza artistica nata per gioco in un piccolo locale notturno e diventata “fenomeno”

l’ultimo libro della “Lella”

Tratti di Costa | pag. 38

di R A
Un assaggio di Che faccia fare che raccoglie i testi degli spettacoli Magoni, Stanca di guerra e Un’altra storia

Opera Comique

Il riso a briglie sciolte di Rosa e Giovanna | pag. 40

I Virtuosi di San Martino

Un quintetto da camera nel nome di Ciccio Formaggio | pag. 41

Un cantante attore, Roberto Del Gaudio e quattro musicisti hanno dato vita nel ‘94 a un curioso ensemble che fonde musica colta e comicità napoletana

Bisio no limits | pag. 42

profitti biografici

Comici in carriera spasso | pag. 44

il successo della Liit

La vera Lega siamo noi | pag. 47

danzatori del 2000

Sotto il tutù spuntano gli scarponi | pag. 48

Nuovi gruppi a confronto: dalle vertiginose acrobazie dei Tap Dogs agli spettacoli circensi di Découflé passando per i Les Trocks, compagnia di soli uomini – Rossi, Abbondanza e Bertoni: i Claudio Bisio della danza italiana?

lettera da Londra

Racconti fantastici in un pub irlandese | pag. 50

Oltre a un discusso Antonio e Cleopatra messo in scena da Sean Mathias, The Weir del ventisettenne McPherson, autore rivelazione alla sua terza opera di successo

da Parigi

Dimmi che autore fai che lo faccio anch’io | pag. 52

Dall’arrabbiato Xavier Durringer a Michel Vinaver, da Nathalie Serraute al classico Gogol’, la doppia presenza di testi dello stesso scrittore sta diventando un piccolo fenomeno delle scene francesi

romaeuropa

Machi al pub col sogno di Superman | pag. 53

da Fellini a Allen

Andiamo a teatro rappresentano un bel film | pag. 54

Se in passato era il cinema a contrarre debiti con il palcoscenico, oggi si assiste a un’inversione di tendenza, e sono molte le compagnie che allestiscono spettacoli tratti dal grande schermo

Cinema

Outis: Legenda 98

Mini-market della drammaturgia e l’autore non mugugna più | pag. 55

Lirica

l’Elisir scaligero

Donizetti ad acquarello | pag. 56

Occhialini di cartone per Wilson-Glass in 3D | pag. 57

Monsters of grace, opera digitale in tre dimensioni. Musiche di Philip Glass. Ideazione visiva di Robert Wilson. Testo di Gialal ad-Din Rum. Musiche eseguite da Ensemble Philip Glass.

Teatroragazzi

La danza per i ragazzi non trascura la ricerca | pag. 58

Critiche

Gli spettacoli della prima parte della stagione teatrale | pag. 60

Epidemia Ubu – Tre registi per tre classici: Questa sera si recita a soggetto secondo Ronconi, Il Gabbiano di Scaparro, Misura per misura di Cecchi
leggi le critiche ››

Teatropoesia

Il Dio in bicicletta | pag. 89

Testi

L’ultima goccia di elisir di Giuliana Abbiati | pag. 90

Testo secondo classificato al Premio Vallecorsi 1997
leggi i testi ››

Una storia di fraterna inimicizia | pag. 93

Il rumore di Cartesio di Ugo Ronfani | pag. 108

Monologo per attore solista e disinibito
leggi i testi ››

La società teatrale

Tutta l’attualità nel mondo teatrale – Teatro amatoriale – Uilt | pag. 116

a cura di Anna Ceravolo

Hanno collaborato

| pag. 999

Simona Bertuzzi, Elena Riccardi, Natalina Fracasso (redazione) – Paola Abenavoli, Carmelo Alberti, Costanza Andreucci Donizetti, Chiara Angelini, Giovanni Antonucci, Daniela Ardini, Cristina Argenti, Nicola Arrigoni, Antonio Audino, Georges Banu, Raffaella Battaglini, Massimo Bertoldi, Laura Bevione, Annalisa Bianco, Magda Biglia, Andrea Bisicchia, Marco Brogi, Antonio Calbi, Fabrizio Caleffi, Angela Calicchio, Nicoletta Campanella, Ettore Capriolo, Laura Caretti, Valeria Carraroli, Mirella Caveggia, Rita Charbonnier, Paola Cinque, Franco Cordelli, Filippo Crispo, Domenico Danzuso, Rudy De Cadaval, Maura Del Serra, Renzia D’Incà, Giusi Difrancesco, Federico Doglio, Rocco D’Onghia, Fabio Doplicher, Vico Faggi, Gilberto Finzi, Franco G. Forte, Eva Franchi, Franco Garnero, Sandro M. Gasparetti, Luisa Gazzerro Righi, Gastone Geron, Gigi Giacobbe, Pierfrancesco Giannangeli, Livia Grossi, Cristina Gualandi, Paolo Guzzi, Stefano Jacini, Raffaella Ilari, Carlo Infante, Maria Chiara Italia, Lia Lapini, Giuseppe Liotta, Ilaria Lucari, Paolo Lucchesini, Lucia Lugaresi, Monica Magnani, Carlo Manfio, Giuseppe Manfridi, Silvio Manini, Stefania Maraucci, Enrico Marcotti, Massimo Marino, Anna Luisa Marrè, Silvia Mastagni, Laura Meini, Claudio Meldolesi, Antonella Melilli, Rossella Minotti, Giuseppe Montemagno, Simona Morgantini, Italo Moscati, Roberto Nisi, Pier Giorgio Nosari, Valeria Ottolenghi, Vincenzo Maria Oreggia, Ileana Orsini, Fabio Pacelli, Carlo Maria Pensa, Alfio Petrini, Angelo Pizzuto, Paolo Emilio Poesio, Gianni Poli, Mario Prosperi, Giorgio Pullini, Paolo Puppa, Eliana Quattrini, Patrizia Rappazzo, Domenico Rigotti, Gianfranco Rimondi, Maggie Rose, Paolo Ruffini, Danilo Ruocco, Luca Scarlni, Aldo Selleri, Ubaldo Soddu, Stefano Sole, Luigi Squarzina, Matteo Tarasco, Francesco Tei, Elio Testoni, Cristina Ventrucci, Giovanna Verna, Ettore Zocaro. Dall’estero: Carlotta Clerici (Parigi), Gabriella Giannachi e Maggie Rose (Londra), Francesca Paci (Germania), Maria Teresa Zoppello (Budapest), Giacomo Oreglia (Stoccolma), Giusi Danzi (Buenos Aires), Denise Agiman Orvieto (Montréal).

In copertina

Videocomici, acrilico di Gianni De Conno, 1998. | pag. 999

NUMERO ESAURITO

E’ possibile acquistare la rivista in formato PDF o in fotocopia. Per maggiori Informazioni chiamare la segreteria di redazione al numero 02 400 73 256.