TESTI

2000 1 gennaio
/marzo
di Eva Franchi

Personaggi

Autopresentazione

Scheda autore

EVA FRANCHI è nata a Torino e vive a Santa Marinella (Roma). È docente di discipline teatrali, pubblicista, autrice di opere teatrali e radiofoniche, membro della commissione giudicatrice del Premio “F. Vallecorsi”, direttore artistico del Festival Nazionale d’Arte Drammatica di Pesaro. Tutta la sua produzione radiofonica e buona parte della sua produzione teatrale sono state messe in onda dalla Rai e da altre emittenti straniere (in Svizzera, Belgio, Sud Africa). Citiamo La ragazza di Dachau, Il caso di Simone Mercier, Un amore qualunque, L’albero dalla corteccia bianca, Quando suonano campane d’oro, Ritratto di famiglia, La stagione del melograno, Il cucchiaio d’argento e, fra gli sceneggiati, Caterina di Russia (regia di A. Trionfo) e Storia di una regina: Cristina di Svezia (regia di L. Romeo). Fra le opere teatrali ricordiamo La magnifica notte (Premio “R. Ruggeri”), Cinque strade per l’inferno (segnalata al Premio “F. Vallecorsi”), Il fiore di pietra (finalista al Premio Opera Prima), In fondo alla strada. (finalista al Premio “Anticoli Corrado” e al Premio “U. Betti”), tutte pubblicate sulla rivista Ridotto, La ragazza dai capelli di lana (Premio “F. Vallecorsi” ’83), Il sogno nascosto – da un’idea di Nando Gazzolo – pubblicata su Hystrio 2/92. Processo alla regina (Cristina di Svezia), prodotta da Teatro Proposta, è stata rappresentata nel ’96 al Teatro del Palazzo Esposizioni di Roma nell’ambito della rassegna “Accadde a Roma” e pubblicata nel volume omonimo edito da Costa & Nolan. La prima volta di Clara (Premio Nazionale “Studio 12” ’97) è andata in scena al Teatro Tordinona di Roma prodotta da “Studio 12”, con Elisabetta De Palo e la regia di Claudio Frosi, aprile/maggio ’98. Il giardino segreto (Costanza d’Aragona) è stato rappresentato dalla compagnia Morgan di Carla Tatò con la regia di Carlo Quartucci in varie sedi italiane, 1998 e ’99. La maggior parte della produzione teatrale di Eva Franchi è stata presentata in mise en espace dalla compagnia I Rabdomanti di Milano.
Opere rappresentate all’estero: Talking about Grieg (Si parlava di Grieg) al Nat Horne Theatre di New York, ’93. Germ of sin (Il sogno nascosto) e At the end of the road (In fondo alla strada) sono state presentate in mise en espace al Miranda Theatre di New York rispettivamente nell’ottobre ’94 e ottobre ’95. In fondo alla strada, traduzione in lingua turca di Muhittin Ylmaz con il titolo Yolun Sonunda, è stato rappresentato in Turchia nei teatri Oda Tiyatrosu, Yeni Sahne e Sinasi Sahnesi di Ankara e al Karsiyaka di Smirne, oltre 150 repliche nella stagione 1996/97; nella traduzione in coreano di Shing Jong-Ok con il titolo Kil Kute So, è stato messo in scena a Seoul nel Teatro di Stato Putchon Chang Woo dalla compagnia Uri con la regia di Lim Geong-Sik, 60 repliche consecutive nel periodo maggio/giugno ’97. Negli ultimi anni Eva Franchi ha dedicato particolare interesse a studi e traduzioni di testi teatrali quebecchesi rappresentati con successo a Roma e in altre città: Kraken di P. Quintal (prodotto dalla Cooperativa del Giullare di Salerno) e Fuga per un cavallo e un pianoforte di H. Dupuis (messo in scena dalla Compagnia Città di Catania). Nel 1988 ha scritto il romanzo Colore di pioggia (Ed. La Todariana, Milano).