Sommario: Numero 3 di luglio-settembre 2009

Premio Hystrio

Premio Hystrio alla Vocazione 2009 | pag. 2

La cronaca, i premiati, il concorso Hystrio-Occhi di Scena

Premio Hystrio

Premio Hystrio 2009: una vocazione tinta di rosa | pag. 4

I vincitori del Premio Hystrio alla vocazione | pag. 7

Premio Hystrio-Occhi di Scena 2009 | pag. 8

Premi Hystrio 2009: le motivazioni | pag. 10

Addio a Pina Bausch, grande madre del teatrodanza | pag. 13

Vetrina

VIVA UGO! VIVA HYSTRIO! | pag. 14

Fondatore e a lungo direttore di Hystrio, Ugo Ronfani si è spento a 82 anni a Milano. Saggista, romanziere, giornalista, drammaturgo, ma soprattutto critico drammatico, era da oltre trent’anni figura di riferimento nel panorama teatrale italiano. Curioso, libero, infaticabile, battagliero e con una grande anima di pedagogo: con questo spirito continuerà a vivere attraverso le pagine della nostra rivista

Il taccuino di Ugo, appunti per non dimenticare | pag. 16

Abbiamo chiesto, ad artisti e colleghi che lo conoscevano personalmente, un ricordo di Ugo, episodi di vita quotidiana e professionale che, come piccole tessere di un mosaico, andassero a comporre un ritratto non d’occasione dell’uomo e del critico.

Foyer

The show must go on | pag. 19

Vetrina

libertà di censura

Majakovskij-Mejerchol’d una relazione pericolosa | pag. 20

Al grande regista russo, dopo il suicidio di Majakovskij, rimangono pochi anni prima dell’ostracismo definitivo e della fucilazione. E a nulla vale il tentativo di allestire nuovamente La cimice, trasformando l’inquietante futuro descritto nella seconda parte del testo in un trionfante presente staliniano

Majakovskij / Sinigaglia

Parassiti dell’anima | pag. 22

Critica “Pro & Contro” dello spettacolo La cimice, di Vladimir Majakovskij. Traduzione e adattamento di Fausto Malcovati e Serena Sinigaglia. Regia di Serena Sinigaglia. Produzione Piccolo Teatro di MILANO.

Wroclaw

Krystian Lupa tra teatro e romanzi | pag. 24

Premio Europa per il Teatro 2009 al regista polacco, che è passato dall’innamoramento anni ‘90 per la letteratura mitteleuropea (Doestoevskij, Musil, Bernhard, Broch, Bulgakov) a un’onirica ricomposizione delle mitologie d’oggi testimoniata, per esempio, in Factory 2 e Persona.

Premio Europa: accanto a Lupa cinque”giovani” maestri | pag. 25

Wroclaw/1

Un Macbeth rigenerante tra Grotowski e teatro di parola | pag. 26

Recensione dello spettacolo Macbeth, di William Shakespeare. Adattamento e regia di Grzegorz Bral. Produzione Piesn Kozla Theatre, Wroclaw (Polonia).

Wroclaw/2

L’uomo in pezzi di Cassiers | pag. 26

Recensione dello spettacolo Sunken red, di Guy Cassiers dal romanzo Bezonken Rood di Jeroen Brouwers. Produzione Toneelhuis, Anversa (Belgio) – RO Theater, Rrotterdam (Olanda).

in mostra a Palazzo Ducale

La Polonia sbarca a Genova tutto il teatro in un manifesto | pag. 27

Teatromondo

Berlino

I magnifici 10 del Theatertreffen | pag. 28

Anche quest’anno, a maggio, il sipario dell’Haus der Berliner Festspiele si è alzato sulle dieci produzioni teatrali in lingua tedesca “più degne di nota”. A vincere la kermesse è stato Der Weibsteufel del Burgtheater di Vienna, che ha avuto la meglio sui lavori diretti da Schlingensief, Mitchell, Gosch, Lösch, Meyerhoff, Kriegenburg, Stemann e Marthaler

Londra

Spill festival: provoca e Fabre conquista | pag. 30

recensione degli spettacoli Orgy of tolerance, drammaturgia di Miet Martens. Regia, coreografie e scenografia di Jan Fabre. Produzione Festival Internacional de Teatro Santiago a Mil (Cile) – Montclair State University (Usa) – Tanzhaus Nrw, Dusseldorf (Germania) – DeSingel, Anversa (Belgio) – Théâtre de la Ville, Parigi (Francia) – Romaeuropa Festival, Roma (Italia).The Porcelain project, coreografia di Grace Ellen Barkey. Produzione Needcompany, Bruxelles (Belgio) e altri 4 partner internazionali.

Aftermaths: a tear in the meat of vision, di e con Julia Bardsley. Produzione Spill 09 & Nrla, Londra – Les Halles de Schaerbeek/Festival Trouble and La Bellone, Bruxelles (Belgio) – New Moves International, Glasgow (Scozia).

Parigi

La grande illusione | pag. 32

Eduardo e la sua Grande magia, una doppia versione del Don Chisciotte e i Sonetti di Shakespeare raccontano il bisogno dell’uomo, di ieri e di oggi, di crearsi chimere e utopie per far fronte ad amori disillusi, fantasmi dell’anima e sogni di gloria

Michel Piccoli

Minetti, ovvero l’attore necessità ultima del teatro | pag. 34

Recensione dello spettacolo Minetti, di Thomas Bernhard. Regia di André Engel. Prod.Théâtre Vidy, Losanna – Le Vengeur Masqué, ParigiI – Théâtre National de la Colline, Parigi.

Speciale

Piemonte, un centro con tante periferie | pag. 36

Una regione ad alta densitàteatrale, punteggiatada realtà numerose ed eterogeneespesso oscurate dall’ingombranteTeatro Stabiletorinese. Un’esplorazione atutto campo del panoramateatrale piemontese, allascoperta di esperienzemisconosciute e ineditestrategie di sopravvivenza

Valle D’Aosta, periferici sì, ma con orgoglio | pag. 38

Festival Sabaudi, novità e tradizione | pag. 39

Danza, un fertile parterre | pag. 40

Torino, la culla del Teatro Ragazzi | pag. 41

Liguria, tanti teatri, ognuno per sé | pag. 42

Una regione vivace, ricca disale storiche e nuovi spazi,dove spesso si trasformanoin palcoscenici anche luoghinon teatrali, ma dove ancoraregnano antiche divisioni. Lequattro province, da Levantea Ponente, sono tutte dotatedi teatri ma, al centro geograficoe culturale della regione,è Genova a concentrare l’attivitàspettacolare con le suequattordici realtà, dalla liricaal Carlo Felice alla prosadello Stabile, passando pergli “storici” Teatro dellaTosse e Archivolto finoall’ultimo nato Teatro Cargo

Sardegna, dai mammuttones alla ricerca | pag. 45

festival

Da Apricale alle Cinque Terre il teatro prende il largo | pag. 46

Dossier

Teatro & Cinema | pag. 48

Teatro e Cinema al tempo della crisi: il tema, di vistosaattualità, riguarda i complessi rapporti intercorsinell’ultimo decennio tra palcoscenico e grande schermo.Che relazione e proporzione c’è tra i Tony Awards e gliOscar? Dalle capitali teatrali mondiali all’attualità italiana,il mito del cinema incarnato nella “diretta” teatraleè un fenomeno generalizzato, che vanta risultatimemorabili e lamenta insuccessi colossali. Il cinema incerca d’autore quanto e quando ricorre al commediografo?Dai clamori del musical alle ibridazioni spericolate dellaricerca: sia gli studios che gli indipendenti, sia legrandi compagnie che i nuovi gruppi cercano vicendevolmenteil lancio spettacolare attraverso il ricorso ai proprimiti fondanti. Shakespeare è lo sceneggiatore più“moderno”? L’uscita dallo schermo dei personaggi è solouna trovata spettacolare o il segno di una desideratareciprocità? Di contro, la retroproiezione a teatro èdiventata manierismo oppure è la forma più efficace e suggestivadi scenografia? Dalla nouvelle vague ad Almodovar,tra cinema e teatro è tutta una movida

Pirandello, con Garbo | pag. 50

Un treno per Napoleone | pag. 51

Uk/Usa

Harry ti presento Shakespeare | pag. 52

Londra, capitale mondiale del palcoscenico, è “teatro” d’ibridazioni che suscitano discussioni e perplessità. Ma è più facile che il teatro rivitalizzi il cinema del contrario, come dimostrano, per esempio, il successo di Frost/Nixon e il flop di Tutto su mia madre

Giovane cinema, teatro vecchio? | pag. 54

Il panino di Amleto | pag. 55

La rivoluzione al cinema? Ci vuole il teatro | pag. 58

Due arti in eterno conflitto, fra amore e odio, visto attraverso i momenti di rottura del secondo Novecento cinematografico europeo: Nouvelle Vague, Nuovo Cinema tedesco e Movida spagnola

Cinema e teatro fratelli d’Italia | pag. 60

Indovina chi viene in scena: il cinematografo. Sogni e bisogni dell’italico show biz tra successi e flop dell’archetipo teatrale che incontra il sogno di celluloide. E che succede quando il sipario diventa schermo e quando dal palco i personaggi e i loro autori scalano la montagna dove i giganti hanno scritto Hollywood?

La meglio gioventù tra schermo e ribalta | pag. 64

Fantasmi della realtà in inferni quotidiani | pag. 65

dagli Usa al Belpaese

A tutto musical nella provincia dell’impero | pag. 66

Come, quando e perchè il musical cinematografico made in Usa è diventato teatro in Italia, mentre la commedia all’italiana non è (quasi) mai diventata commedia musicale: Vacanze romane ha più successo perchè richiama un film di Hollywood e Nine da Fellini approda al cinema ad alto budget perchè è partito da Broadway? I protagonisti nostrani dell’ultimo ventennio: dalla Compagnia della Rancia a Massimo Romeo Piparo, da Gianluca Guidi alle star televisive prestate inopinatamente al palcoscenico

Sally Potter e il Principio del Mezzosangue | pag. 71

Contaminazione e ibridazione: nel meticciato cineteatrale contemporaneo, Vincere o Non Vincere, questo è il dilemma; il Teorema dell’Ozioso Vanitoso e la Prima Legge della Termodinamica Spettacolare detta Principio del Mezzosangue

Biblioteca

Le novità editoriali | pag. 72

Critiche

Tutte le recensioni della seconda parte della stagione | pag. 73

Tarantino secondo Malosti – Franceschi, autore-attore a Genova – DoppioLagarce a Milano – Babilonia Teatri: Pornobboy e Pop Star – Halle e Napoli concludonoX (Ics) dei Motus – Il Napoli Teatro Festival ItaliaPrimavera dei Teatria Castrovillari – Medea ed Edipo a Colono a Siracusa
leggi le critiche ››

Lirica

Teatro alla Scala

Quel sogno a occhi aperti lungo il Secolo Breve | pag. 104

recensione degli spettacoli Il viaggio a Reims ossia L’albergo del giglio d’oro , dramma giocoso di Luigi Balocchi. Musica di Gioachino Rossini. Regia di Luca Ronconi. Produzione Rossini Opera Festival, Pesaro – Teatro alla Scala, Milano. The rake’s progress , favola di Wystan Hugh Auden e Chester Kallman. Musica di Igor Stravinskij.Regia di Robert Lepage, ripresa da Sybile Wilson. Produzione Théâtre Royal de la Monnaie, Bruxelles – Royal Opera House,Covent Garden, Londra – Teatro Real, Madrid – Opéra National de Lyon – San Francisco Opera Association. Assassinio nella cattedrale , tragedia lirica di Ildebrando Pizzetti, dall’omonimo dramma di T.S. Eliot. Regia, scene e costumi di Yannis Kokkos. Produzione Teatro alla Scala, Milano. A midsummer night’s dream , opera di Benjamin Britten e Peter Pears dalla commedia di William Shakespeare. Musica di Benjamin Britten. Regia di Robert Carsen, ripresa da Emanuelle Bastet. Produzione Festival Aix-En-Provence – Opéra National de Lyon.

Danza

risveglio di primavera

Milano, crocevia del teatrodanza? | pag. 107

Un viaggio lungo un mese, tre festival e varie manifestazioni, decine di spettacoli e di performance, le più diverse, ma molte deludenti. Non certo Métamorphoses di Flamand, dove i miti antichi si collegano a quelli di oggi, e il capitolo tedesco di X(ics). Racconti crudeli della giovinezza dei Motus

Firenze

Fabbrica Europa: Moving ovvero l’inesistente che si fa scena | pag. 108

Testi

Fabricas – di Manuel Ferreira ed Elena Lolli | pag. 110

Società teatrale

Notiziario

Tutta l’attualità nel mondo teatrale, corsi e premi dall’Italia e dall’estero. | pag. 118

Hanno collaborato Marco Andreoli, Laura Bevione, Fabrizio Caleffi, Roberto Canziani e Marta Vitali.

In copertina

Proiezioni teatrali, tempera su cartoncino di Eliana Del Sorbo | pag. 1000

Eliana Del Sorbo – illustratriceEliana Del Sorbo, che da alcuni anni realizza i trofei del Premio Hystrio, in questo numero ha illustrato la copertina e l’immagine di apertura del dossier. La formazione in scenografia e le sue attività principali di decoratrice e restauratrice la annoverano tra le più eclettiche e interessanti professioniste del panorama milanese nell’ambito della decorazione. Nel 2001, in collaborazione con artisti e maestranze, apre un piccolo spazio espositivo a Milano (via Olona 19) chiamato. Arteca, che significa “arte-casa” o “teca dell’arte”, dove propone soluzioni decorative ad ampio raggio (trompe-l’oeil, ripristino e decorazione di mobili, pittura, scenografia, mosaico, restauro…). Info: cell. 3494083505, arteca@live.it, www.arteca.info.

Hanno collaborato

HANNO SCRITTO PER QUESTO NUMERO: | pag. 1000

Paola Abenavoli, Marco Andreoli, Sandro Avanzo, Elena Basteri, Fabio Battistini, Laura Bevione, Fabrizio Sebastian Caleffi, Claudia Cannella, Roberto Canziani, Laura Caretti, Davide Carnevali, Tommaso Chimenti, Linda Dalisi, Manuel Ferreira, Renato Gabrielli, Gigi Giacobbe, Pierfrancesco Giannangeli, Giorgio Gennari, Margherita Laera, Elena Lolli, Fausto Malcovati, Stefania Maraucci, Antonella Melilli, Giuseppe Montemagno, Andrea Nanni, Pier Giorgio Nosari, Franco Perrelli, Maurizio Porro, Eliana Quattrini, Valeria Ravera, Domenico Rigotti, Laura Santini, Maura Sesia, Francesco Tei, Francesco Trapanese, Luca Vido, Nicola Viesti, Diego Vincenti, Marta Vitali, Giusi Zippo.