Sommario: Numero 3 di luglio-settembre 2002

In copertina

Carmelo Bene, acrilico su carta di Ivan Groznij Canu | pag. 1

di

Premio Hystrio

Premio Hystrio alla Vocazione 2002 | pag. 2

di
I vincitori, i partecipanti e le scuole di teatro rappresentate

Vocazione, il tuo nome è donna! | pag. 4

Cronaca “in rosa” della quarta edizione milanese del Premio Hystrio: le audizioni, la serata conclusiva e i premiati

Premi Hystrio 2002: le motivazioni | pag. 6

di
Premio Hystrio all’interpretazione a Sergio Romano, Premio Hystrio alla regia a Nanni Garella e all’Associazione Arte e Salute di Bologna, Premio Hystrio alla drammaturgia a Scrittori per la Pace, Premio Hystrio-Altre muse alla Festa Internazionale del Circo Contemporaneo di Brescia, Premio Hystrio-Provincia di Milano a Corrado d’Elia

I vincitori del Premio Hystrio alla vocazione 2002 | pag. 8

di
Premio Hystrio alla Vocazione – Sezione maschile a Piero Tammaro (Scuola di Recitazione Teatro Stabile di Genova), e per la sezione femminile a Irene Serini (Scuola del Piccolo Teatro di Milano). La Borsa di studio Gianni Agus è andata a Cinzia Bregonzi (Scuola di TeatroSempre diretta da Rino Silveri).

Humour

Il salto dei salmoni ovvero Salomon Grundy | pag. 11

La questione teatrale

Regia critica e di spirito di servizio | pag. 12

Riflessioni su un fenomeno che sta assumendo proporzioni vistose: la prevalenza della forma, della confezione registica dello spettacolo, sul contenuto, ossia sul testo. Che diventa, sempre più, un pretesto per esibire invenzioni esteriori e meraviglie tecnologiche.

Vetrina

intervista a Cristina Pezzoli

Pistoia, una casa per gli autori | pag. 14

La regista vigevanese é il nuovo direttore artistico dell’Associazione Teatrale Pistoiese – La drammaturgia contemporanea italiana, l’apertura di nuovi spazi, un sistema alternativo di distribuzione e di circuitazione degli spettacoli e la creazione di un repertorio sono tra i punti fermi del suo progetto triennale – L’italica difficoltà di uscire dal ghetto delle gioventù a oltranza e la necessità di lavorare sullo scambio dialettico e non sull’esercizio di diritti feudali.

Genova

Donne al timone | pag. 17

Nel capoluogo ligure (e dintorni) Savina Savini Scerni e Laura Sicignano sono alla guida di due sale: lo “storico” Politeama Genovese e il nuovo Teatro di Ponente, destinato prevalentemente alle nuove compagnie

conservazione della memoria

Archiviare il teatro | pag. 18

Importanti istituzioni napoletane, depositarie di rilevanti fondi teatrali, hanno deciso di dar vita a un Centro di studio e documentazione teatrale, struttura unitaria che si propone , fra molto altro, un sito internet con la catalogazione di tutti i materiali custoditi.

Centro Teatro Ipotesi di Genova

Viaggi in cerca di storie | pag. 22

Pino Petruzzelli, insieme al giornalista Massimo Calandri, si avventura in paesi come il Marocco e l’Albania per raccogliere racconti di ieri e di oggi e poi rielabolarli in spettacoli

la calata dei Polacchi

Quando la luce si mette a recitare | pag. 24

A Palazzo Pitti abita la poesia di Kantor | pag. 25

Dossier

Mestieri del teatro /2

L’organizzatore teatrale e l’ufficio stampa | pag. 26

di
L’organizzazione teatrale e l’ufficio stampa. Seconda puntata del nostro percorso, iniziato dal fotografo di scena, dietro le quinte dell’evento teatrale

incontro con Ivo Chiesa

Il fervore dei tempi difficili | pag. 26

Ha diretto lo Stabile di Genova per quarantacinque anni, regalando al teatro italiano stagioni oggi irripetibili per l’elevata qualità degli spettacoli e il valore degli attori che li interpretavano – Ricorda quegli anni e invita i giovani a prendere la strada dell’organizzazione solo dopo aver conosciuto e amato il mondo della scena in tutti i suoi aspetti

un mestiere che muta

L’organizzazione teatrale: missione impossibile? | pag. 30

La crescita clamorosa dell’attività di spettacolo innescata dalla vitalità artistica e organizzativa degli anni Settanta, ha richiesto, in numero sempre maggiore, quadri addetti alla “gestione”. Al grande organizzatore o all’organizzatore-intellettuale “organico”, orgoglioso della dimensione militante come delle proprie competenze culturali che consentivano una dialettica alla pari con la funzione artistica, si sono sostituiti dirigenti che preferiscono la definizione di “manager”.

un mestiere fra tradizione e innovazione

Il manager va a bottega | pag. 34

Il collegamento tra il mondo della formazione e le imprese di spettacolo dovrebbe essere strettissimo, in modo da fornire una preparazione adeguata ma anche un orientamento lavorativo – Abilità e sapere di tipo artigianale, legato al palcoscenico, ma anche conoscenze avanzate sul piano organizzativo, amministrativo, progettuale, promozionale

scomparso Giorgio Guazzotti

Un maestro di pensiero organizzativo | pag. 37

l’Ufficio Stampa

Lo spettacolo è promosso | pag. 38

Il mestiere di elaborare strategie di informazione sull’evento teatrale attraverso vecchi e nuovi media

Teatromondo

intervista al giovane drammaturgo irlandese

Enda Walsh, sentirsi un personaggio | pag. 40

Enfant prodige della drammaturgia rievoca i suoi esordi e parla della sua attività che spazia fra teatro cinema e radio

Comédie e Odeon

Büchner conquista Parigi | pag. 43

Nel corso della stagione appena conclusa, i due teatri più prestigiosi della capitale francese hanno ospitato l’integrale delle opere del drammaturgo tedesco. Le recensioni di Lenz, Léonce et Léna chez Georg Büchner alla Comédie e La mort de Danton all’Odéon.

incontro col regista tedesco

Stein: il teatro preso in parola | pag. 45

Insoddisfatto delle sorti del teatro in Germania guarda con fiducia alla nuova generazione – Il contraddittorio interesse per la regia lirica e la passione per le opere drammatiche di grande respiro – La differenza fra attori italiani e tedeschi

Speciale

a quattro mesi dalla scomparsa

Un mattatore all’antica futurista | pag. 48

Riflessioni su un artista che avvertiva come pochi altri l’esaurimento della scena in tutte le dimensioni, da quella “ufficiale” a quella “alternativa” e lavorava per ridurre l’iillusione scenica a sola voce su una ribalta vuota

CineCarmelo | pag. 55

gli scritti ristampati da Bompiani

Opere di Bene | pag. 56

Nati ieri

i protagonisti della giovane scena / 12

Le prove orali di Ascanio | pag. 58

Dagli spettacoli sulla favola e sul mito a quelli dedicati a momenti dolorosi della nostra storia, come l’eccidio delle Fosse Ardeatine, il talento affabulatorio di Celestini si misura da oltre sette anni con la memoria delle nostre radici e il racconto di tradizione. Il nuovo progetto, Fabbrica, affronta attraverso i ricordi degli anziani, il mondo del lavoro in Italia.

Exit

la scomparsa del grande scenografo

Il coltello e il tovagliolo di Svoboda | pag. 62

La lezione del maestro boemo nei ricordi legati agli anni di lavoro allo Sferisterio di Macerata

Biblioteca

Tutta la l’attualità teatrale dell’editoria | pag. 64

la memoria di un maestro

Aldo Trionfo: un ritratto a più voci | pag. 64

Critiche

Tutte le recensioni di fine stagione. | pag. 68

di
Liliom e Woyzeck: doppio Schilling a Milano – Borkman secondo Castri – Pagni e Lavia per Un nemico del popolo – Garella sulle spalle dei Giganti – Pro & Contro: Paolo Rossi fa Molière – Ivanov in italiano per Nekrosius – Trilogia di Ronconi a Siracusa – Doppio Paravidino -Epidemia Don Giovanni – I Cigni di Ek e Fabre a Reggio Emilia. E oltre 70 recensioni della seconda parte della stagione
leggi le critiche ››

Testi

Trincea di signore. Cronache da un assedio | pag. 104

Premio Battipaglia 2002. Istituzione “Magna Graecia”, sezione under 32. Seconda edizione
leggi i testi ››

La società teatrale

a cura di Anna Ceravolo

Tutta l’attualità del mondo teatrale: agenda festival, notizie dall’Italia e dal mondo, corsi e premi. Numeri utili. | pag. 114

di

NUMERO ESAURITO  | pag. 9000

NUMERO ESAURITO – E’ possibile acquistare la rivista in fotocopia. Per maggiori Informazioni chiamare la segreteria di redazione al numero 02 400 73 256.