Sommario: Numero 2 di aprile-giugno 2004

Vetrina

Incontro con Paolo Poli

Non lo fo’ per piacer mio ma per far dispetto a Dio | pag. 2

Un’intervista informale con Paolo Poli, splendido 75enne, nel camerino del teatro Carcano di Milano, poco prima dell’inizio del suo spettacolo Jacques il fatalista.

Incontro con Francesca Musco

Con mio padre a casa d’u Re | pag. 6

Pochi sanno che a Messina vive la figlia maggiore del grande Angelo Musco. Francesca ha 80 anni protati con fine ironia e disincantata verve.

La questione teatrale

Ritorna in scena Diego Fabbri

Ma dov’e’ il teatro cattolico? | pag. 8

Il teatro continua ad accumulare ritardi e motivi di crisi. E il teatro dello spirito, in un paese cattolico come il nostro, non esce dai limiti della ripetizione e delle celebrazioni “liturgiche” – Dopo Diego Fabbri sono pochi oggi gli esempi di drammaturgia cristiana tra maldestri epigoni, asettiche ricerche filologiche e le “eresie tollerate” di Testori e Turoldo

Dossier

Retroscena seconda parte

Il sistema teatrale nell’era berlusconi
Stabili, forse immobili | pag. 10

Il dibattito sollevato dall aprima parte del dossier è una conferma della gravità della situazione organizzativa ed economica del teatro italiano, ed è anche indicativo della volontà del “popolo del teatro” di metterne a fuoco i nodi principali, di discuterne, di cercare soluzioni.

Milano

Caccia al pubblico
Stagioni sempre aperte | pag. 13

Il Piccolo Teatro, il Franco Parenti, Teatridithalia: forse per il suo pubblico, la sua famosa borghesia, una pubblica amministrazione che dal sopoguerra agli anni ’80 ha sinceramente creduto nel teatro, la presenza di moltiintelligenti operatori, Milano è la città che più di ogni altra si è dotata di un vero e proprio “sistema teatrale”.

Torino

Affari sotto le Moli | pag. 16

Veneto

In teatro per scelta diLetta | pag. 17

Il Teatro Stabile del Veneto Carlo Goldoni nasce nel 1992 dalle ceneri di Venetoteatro diretto da Nuccio Messina

L’identita’ perduta | pag. 18

Roma

Quando non si è qualcuno | pag. 19

Teatro Eliseo, Teatro Vittoria, Teatro di Roma: i teatri stabili della capitale non fanno cartello. Ma mentre il Teatro Eliseo ed il Teatro Vittoria manifestano un’identità, il Teatro di Roma sembra segnato dall’abdicazione e dalla rinuncia a qualsiasi rischio culturale.

Napoli

Nuovo Stabile o asilo politico? | pag. 21

Scelta di “opposizione”, può apparire paradossale che la nascita del Teatro Stabile della città di Napoli sia avvenuta nell’era berlusconiana, superando tutti gli ostacoli che a Napoli avevano sempre impedito un’esperienza di teatro pubblico.

Teatro stabile privato di Crotone

Funzione pubblica made in Calabria | pag. 22

Teatro Stabile dell’Abruzzo

Un nuovo direttore filosofo | pag. 22

 

Palermo

Carriglio: oltre il Massimo consentito | pag. 23

Al Teatro Biondo di Palermo si sentono orfani. Macchinisti, impiegati, persino gli attori della compagnia stabile, vagano come se aspettassero un infernale Godot pronto a saltar fuori da qualche angolo recondito.

destituito Lo Monaco

Messina Bronx | pag. 24

Sicilia

Cronaca di una stagione perduta | pag. 25

Censure

Armi da taglio | pag. 26

Anche se la censura preventiva è stata abolita, c’è ancora qualcuno in Italia che aspira a praticarla.
Ma esistono forme meno eclatanti e più efficaci del divieto plateale dell’andata in scena per esercitare un controllo sul settore che dipende strettamente dalle risorse pubbliche.

da Società di cultura a Fondazione

Biennale
scenari Urbani | pag. 28

La burrascosa riforma della storica istituzione veneziana che il ministro dei Beni Culturali ha tentato, senza riuscirvi, di mettere sotto il suo controllo

Eti: cronaca di una discussione

Mal d’ente, ma non solo | pag. 31

 
La comparsa di alcuni articoli della prima puntata del nostro dossier Retroscena e in particolare di Eti: un ente inutile? di Mimma Gallina sul sito www.ateatro.it ha sollevato un’accesa e passionale discussione sul sistema teatrale italiano.

Alcune domande a Domenico Galdieri

Se l’Eti non ci fosse | pag. 34

Il presidente dell’ente replica alle critiche avanzate in questi mesi e ne difende il valore e le funzioni

Premio Hystrio

Bando di concorso

Premio Hystrio alla Vocazione per giovani attori | pag. 36

Il Premio Hystrio alla Vocazione per giovani attori, giunto con crescente successo alla sesta edizione, si svolgerà il 17, 18 e 19 giugno 2004 a Milano.

Nati ieri

I protagonisti della giovane scena.
17: Davide Enia

Cunto Mundial | pag. 38

Il giovane autore-attore palermitano utilizza dialetto, tecnica del cunto, ricordi personali e generazionali per raccontare, nei suoi spettacoli, l’epica del calcio (Italia-Brasile 3 a 2), la guerra vista con gliocchi dei bambini (Maggio ’43) e violenti rituali familiari (Scanna)

Exit

Addio a Egidio Bonfante, primo grafico di Hystrio | pag. 41

Alessandra Galante Garrone, pedagoga innovativa | pag. 41

di A C

Inchiesta

Scuole di teatro/6

Stati Uniti e Cina | pag. 42

di R A
Come in tutte le altre scuole che abbiamo visitato nelle precedenti tappe di questo percorso, al celebre Actor’s Studio di new York, fondato da Lee Strasberg, dove si è formata una generazione straordinaria di attori di cinema e teatro, e alle due Accademie di Pechino, l’imprenscindibile punto di riferimento appare Konstantin Stanislavskij

Ritratto di Lee Strasberg dai suoi scritti

Antologia con metodo | pag. 43

di I C

Actors Studio

Uno Studio chiamato desiderio | pag. 46

Un mito contemporaneo, la più famosa scuola per attori del mondo, per vent’anni ha imposto il Metodo come stile di recitazione e di vita delle stars di Broadway e di Hollywood

Pechino

Diventare attore in Cina | pag. 50

Come e cosa si studia all’Accademia di Cinema e a quella Centrale di Arte drammatica

Huang Zuolin

Un maestro volto a Occidente | pag. 54

La via cinese al teatro contemporaneo attraverso una sintesi di Stanislavskij, Brecht e Mei Lanfang

Teatromondo

Incontro con Jon Fosse

Sonata di fantasmi | pag. 56

Quarantaquattro anni, norvegese, è uno dei più originali drammaturghi contemporanei. Con stile impietoso racconta le afasie, le incomprensioni, il gioco al massacro della vita quotidiana. E il desiderio di  fuga di creature alla deriva impossibilitate a dirigere la propria esistenza

lettera da Parigi

Scene da favola | pag. 59

Le storie di la Fontaine visto attraverso l’occhio lieve di Bob Wilson. Il racconto filosofico di Voltaire, Micromega, nell’allestimento poetico di un giovane regista argentino e una fiaba thriller moderna, Gli scassinatori, con cui l’autore e regista, José Plyia, ha ottenuto il premio del giovane teatro 2003 dell’Accadémie Française

Parigi/Kyoto

Viaggio per smarrimenti con il Collettivo Dumb Type | pag. 59

Bill T. Jones-Arnie Zane Dance Company

20 anni in continuo movimento | pag. 63

Phantom Project: così è stata intitolata la manifestazione organizzata per l’anniversario della compagnia.
Un tuffo nel passato, con la riproposta di spettacoli degli anni Ottanta e Novanta, per approdare al presente con i nuovi lavori ricchi di energia creativa

Danza: Ferrara e Torino

Niente di nuovo (tranne i vecchi miti) | pag. 65

Critiche

Tutte le recensioni degli spettacoli della prima parte della stagione 2003-2004 | pag. 66

Foyer

Recensioni d’epoca e d’autore

Autenticamente falso | pag. 97

La società teatrale

Notiziario

La societa’ teatrale | pag. 100

Tutte le news dall’Italia e dal mondo, i corsi, i premi teatrali

nuovo direttore al Mittelfest

Moni sfida il tempo | pag. 100

Intervista all’autore-attore, neo-direttore artistico del Festival.

Testi

Speciale Teatro Greco

Ti bacio sul muso | pag. 113

traduzione italiana di Antonietta Varvaro

Muoio come un paese | pag. 114

traduzione italiana di Dimitris Milopulos e Barbara Nativi
>leggi la scheda del testo

Lo stordimento degli animali prima del macello | pag. 115

traduzione italiana di Maurizio de Rosa
>leggi la scheda del testo

Il cielo tutto rosso | pag. 115

traduzione italiana di Dimitri Milopulos e Barbara Nativi
>leggi la scheda del testo