TESTI

1994 4 ottobre
/dicembre

Rosanero

personaggi: 3
di Roberto Cavosi

Personaggi

Autopresentazione

ANTIGONE PERSONAGGIO MODERNO
Rosanero é nato dalla mia volontà di raccontare il mondo femminile intorno alla vicenda di Antigone. La distanza culturale con il mondo dell’Antica Grecia mi causava però non pochi imbarazzi. Quindi piuttosto che creare un prodotto posticcio, mi sono deciso a compiere un balzo verso i giorni nostri. L’uccisione di Polinice ed il governo tirannico di Creonte mi hanno istintivamente portato alla violenza del mondo mafioso. L’ambito sociale ora era pronto, si trattava a questo punto di dipanare una storia, all’interno della quale fossero ancora presenti Antigone, Creonte, Polinice e via discorrendo, ma soprattutto quel mondo femminile al quale mi ero inizialmente ispirato. Ignorando scrupolosamente la cronaca mi sono rituffato nel mito e in un’analisi psicologica di Antigone quasi fosse un personaggio moderno. Delle sue caratteristiche ho rilevato ” La paziente” sofferente di anoressia: niente di più contemporaneo; Ora avevo una protagonista che mi permetteva di agire pienamente all’interno del mio mondo. Ma la storia? La storia a questo punto è venuta da sé con la sola aggiunta di un personaggio completamente avulso all’antico mito: suor Rossana. Era l’ultimo anello che mi mancava, l’ultimo ponte tra la cultura greca e la nostra: di sicura matrice cristiana. Il testo è una sentita condanna alla società mafiosa, alla sua assoluta drammatica volontà di morte ed alla sua ormai sclerotizzata incapacità a saper generare un qualsiasi elemento positivo. “Una madre senza ventre” è appunto il simbolo che ho scelto per descriverla.

Scheda autore

ROBERTO CAVOSI, nato a Merano nel 1959, diplomato presso il liceo classico “G. Carducci” di Merano e presso l’Accademia d’Arte Drammatica “Silvio D’Amico” di Roma, ha preso parte come attore a numerosi spettacolo teatrali e a film per la regia, tra gli altri, di Ronconi, Sequi, Squarzina, Trionfo, Fabbri e Risi. E’ autore di vari radiodrammi, sceneggiati televisivi e radiofonici tra i quali Oltre la barricata, Il mago Merlino, Aglaja, Teatrogiornale. E’ autore dei seguenti lavori teatrali: Martha e Ulli, Teatro Ghione; 1987, regia G.M. Compagnoni. I topi di Glorenza, musical per bambini, regia R. Barkeley, 1987.San Francisco, canatat per bambini, direzione R. Barkeley, 1988. Lauben, Festival di Todi, 1988, regia di P. Rossi Gastaldi; Teatro Stabile di Bolzano, 1991; regia L. Ottoni; Teatro Stabile di Roma, 1994, regia G. Dipasquale; Teatro Biondo Stabile di Palermo, stagione 1999/2000, 2000/2001, 2001/2002, regia U. Cantone. Lucifero, presente nella rassegna “Passo a due”, Roma, 1988, regia E. Coltorti. Ca’ de Bezzi, Teatro Stabile di Bolzano, 1989, regia di L. Ottoni. La guarduana di oche, Teatro Due di Parma, 1990, regia dell’autore. L’uomo irrisolto, Festival di Todi, 1990, regia dell’autore; Ente Musicale di Nuoro, 1992, regia M. Gagliardo. Der Grosse Mausprozess von Glurns, musical, 1991, Theater Initiative. Viale Europa, Teatro Stabile di Bolzano, 1992, regia dell’autore. La stanza di Venere, Teatro Il Vascello, Roma, 1993, regia M. Belocchi. Luna di Miele, Teatro Il Colosseo, Roma, 1993, regia T. Pulci; camerata delle arti, Roma, Teatro Cultura Produzioni, stagioni 1997/98, 1998/99, regia dell’autore. Sissi, Teatro Stabile di Bolzano, 1994, Regia M. Bernardi. Rosanero, E.A.O. di A. Giglio, Festival di Benevento e Idi, stagione 1994/95, regia A.Calenda; Teatro Nazionale della Colinne, Parigi, 1996, regia P. Santini; Compagnia Teatro Moderno, stagione 1998/99, 1999/2000, regia P. Maccarinelli. Il maresciallo ButterflyTeatro Stabile del Friuli Venezia Giulia, stagione 1995/96, 1996/97, regia A.Calenda; Teatro Rond Point, Parigi. (Lettura a cura del Centro Culturale Italiano e del Center Texte), 1998, regia P.Santini. Piazza della vittoria, Teatro Stabile di Bolzano, stagione 1996/97, regia M. Bernardi. Irma la Dolce, traduzione e adattamento dall’omonimo musical, Teatro Stabile del Friuli Venezia Giulia, stagione 1996/97, 1997/98, regia A. Calenda. Operette Morali, adattamento da Leopardi, Teatro Stabile di Roma, 1998, regia P. Maccarinelli. La Ragazza di Marghera, Teatro Stabile C. Goldoni, 1998, regia M. Donadoni. Cavaliere di ventura, Compagnia Teatro Moderno, Festival di San Miniato, 1999, regia B. Menegatti. Terra e Cielo, Emmevuteatro-Compagnia Teatro Moderno, stagione 1999/2000, regia dell’autore. Le Tentazioni di Erodiade, Teatro Litta, stagione 2000/2001, regia A. Syxty.
Riconoscimenti:La guarduana di Oche, Premio della Critica alla rassegna “Passo a due”, 1990. Viale Europa, segnalazione Idi, 1991 e Biglietto d’oro Agis, 1992. Premio Scheda Teatrale di San Miniato, unitamente alla critica di Paolo Lucchesini, per Cavaliere di ventura, 1992 e Premio “Piccoli Spettatori”, 1998. Rosanero, Vincitore concorso Idi, 1993 e Biglietto d’oro Agis, 1996. Sissi, Premio “Teatro Stabile di Bolzano & Alto Adige”, 1993. Premio “I.T.I. Maratea” per l’attività svolta, 1993. Gassosa, Premio “Studio 12” per un monologo, 1994. Il maresciallo Butterfly, Premio “Giuseppe Fava”, 1995 e Terzo Premio Teatro Italiano Contemporaneo “SIAE-SACD” (Parigi) per la traduzione in francese, 1998. Diario Ovulare D’Erodiade, finalista al “Premio Riccione Teatro”, 1999. Anima Errante, “Premio Candoni Arta Terme” per opere commissionate, 2001. Premio Hystrio alla drammaturgia, 2001. Bellissima Maria, “Premio Riccione Teatro”, 2001.