TESTI

1989 4 ottobre
/dicembre
di Renato Sanesi

Personaggi

Autopresentazione

Scheda autore

RENATO SANESI, (Milano, 1930), poeta, critico letterario e d’arte, è autore di varie raccolte di versi, fra cui Rapporto Informativo (Feltrinelli, 1966), L’improvviso di Milano (Guanda, 1969), La cosa scritta (Guanda, 1977), Recitazione obbligata (Guanda, 1981), Téchne (Scheiwiller, 1984) e La differenza (Garzanti, 1988). Fra i saggi dedicati alla letteratura e alle arti inglesi, si ricordano Dylan Thomas (1960, rist. Garzanti 1978), Byron (1966), Sutherland (1979) e La valle della visione (Garzanti, 1985). Nell’ambito degli studi inglesi e americani, ha curato le antologie Poeti americani, 1900-1956 (Feltrinelli, 1958), Poesia inglese del ‘900 (Bompiani, 1961), Poeti metafisici del Seicento (1961), Poemi anglosassoni (1966). Ha curato, inoltre, la traduzione di opere poetiche di Dylan Thomas, T.S. Eliot, W.B. Yeats, P.B. Shelley, W. Blake ed altri. Di particolare importanza la versione poetica del Paradiso perduto di Milton (Mondadori 1984 e 1987). Come “poeta visivo” ha esposto in Italia e all’estero in numerose mostre personali e collettive. Per quanto riguarda il teatro, a parte alcune regie radiofoniche (Shakespeare e Marlowe) per la RSI, ha collaborato più volte, con adattamenti e traduzioni, con il regista Virginio Puecher: a La rappresentazione per Enrico V (1967), Enrico V (1976), La vita immaginaria dello spazzino Augusto G. di Armand Gatti (1969) e Giro di vite di Benjamin Bretter. Un suo adattamento del Riccardo III di Shakespeare è andato in scena a Lugano nel 1985 con la regia di Alberto Cannetta. E’ autore dell’opera lirica Da Capo, per la musica di Gaetano Luporini, Teatro del Giglio, Lucca, settembre 1987. Fra le opere di prosa creativa, La polvere e il giaguaro (1972), Malbianco (1980) e Carte di transito (1989).